Apertura Impianti e Piste

Gli aggiornamenti relativi a impianti e piste aperte sono effettuati ogni giorno entro le ore 8.30 (festivi) e 9.00 (feriali). Aperture e chiusure visualizzate prima di questi orari si riferiscono al giorno precedente. La situazione impianti e piste può subire variazioni nel corso della giornata in base alle condizioni meteo.

Assicurazione RCT

Dal 1° Gennaio 2022  per ogni sciatore è obbligatorio possedere un’assicurazione che copra la propria responsabilità civile per danni o infortuni causati a terzi. Leggi tutto: Assicurazione RCT

Flash news

23/02/2024 Aggiornamento aperture.

Maltempo sul comprensorio, acqua mista a neve e vento forte. Per oggi aperti solo Passo di Annibale fino alla stazione intermedia e  zona Campi Scuola in Val di Luce.

Seguiranno aggiornamenti.

 

21 Febbraio 2024 - chiusura pista per gare.

Oggi 21 Febbraio pista  Stadio da Slalom chiusa in mattinata (fino alle ore 12.30 circa) per gare.

Aperti raccordi sci ai piedi Ovovia/Pulicchio (A/R)  e Ovovia/Val di Luce (A/R)

Skipass feriale € 31.00.

Leggi qui  gli aggiornamenti sugli impianti aperti 

Leggi qui gli aggiornamenti sulle piste aperte

13 febbraio 2024 - ore 11.00 aggiornamento aperture

Aperti i raccordi sci ai piedi Ovovia/Pulicchio e ritorno e Ovovia/Val di Luce e ritorno con pista Celina Seghi. 

Attiva navetta Abetone/Ovovia Andata e ritorno. 

Skipass feriale euro 31,00 - festivo euro 41,00.

Skipass Acquista online

SKIPASS Online

Shop & ski!
Acquista il tuo Skipass Online, senza file e senza recarti in biglietteria.

Leggi attentamente prima di acquistare.

Vai allo shop Online

 

.

Lo sciatore di oggi, si sa, cerca  il massimo confort nella risalita sugli impianti, le veloci telecabine, ma anche   le comode seggiovie con sedili imbotti e tappeti di imbarco, magari con copertura, per viaggiare seduti senza togliere gli sci e senza patire il freddo, vuole poi piste sempre in perfetto stato ogni mattina, e naturalmente niente code. Così si scia  all’Abetone, dove è stato ormai completato il rinnovo degli impianti di risalita, abbinato al rimodellamento delle piste, adeguate  alle traiettorie dello sci moderno.

Lo sciatore, ma anche tutto il sistema  del turismo invernale,  vogliono però anche garanzia e sicurezza della neve. All’Abetone già oggi l’innevamento programmato copre l’80% delle piste  del Comprensorio. I prossimi investimenti andranno  ancora in questa direzione,  non solo per aumentare  i chilomentri con neve garantita, ma soprattutto per assicurare, nei momenti di scarse precipitazioni,  idonei collegamenti sci ai piedi tra tutte le diverse zone del Comprensorio.

Oggi sciare all’Abetone vuol  dire  spaziare  su 50 km di piste, che si snodano  su diversi versanti con caratteristiche molto varie:    gli ampi pendii del Monte Gomito con le “Zeno”,  i boschi secolari delle Regine e della Selletta, l’ambiente alpino della Val di Luce,  i ripidi muri delle piste Coppi al Pulicchio. Il tutto servito da 21   impianti moderni e veloci con  una portata oraria di 25.000 persone.

La stazione si raggiunge comodamente sia dalla  Toscana che dall’Emilia Romagna, percorrendo  la Statale 12 dell’Abetone e del Brennero.   In paese   ancora oggi due piramidi ricordano il   Granduca di Toscana e il  Duca di Modena, che alla fine del 700 costruirono la strada che mise in comunicazione attraverso questo passo di montagna i loro due stati.

A  poco più di un’ora di auto da  Firenze, l’Abetone è certamente la stazione di sci per eccellenza di fiorentini e toscani, ma  vista la sua collocazione sul confine con l’Emilia Romagna è frequentata anche da molti sciatori di questa regione.  Tipico segno di questa posizione   è  la cucina,  dove la sfoglia tirata a mano accompagna  funghi  e  cacciagione,  gustosissime poi sono le torte con i frutti del bosco. Saporite ricette montanare, che si possono gustare in uno dei  tanti rifugi sulle piste, adatti sia a una sosta breve, che a  chi preferisce ambienti più caratteristici, tutti in legno, con salette riservate o spaziosi solarium.  Impareggiabile la vista che di gode dalla vetta del Monte Gomito, punto più alto della stazione (mt 1930): nelle giornate di sole lo sguardo arriva fino alla Corsica e rivolgendosi a nord alle  vette innevate di Alpi e Prealpi.

Lo sci qui vanta oltre  80  anni di storia, lo Sci Club Abetone Boscolungo nasce nel 1920 e nel 1937 fa la sua prima corsa il mitico “slittone”, sul tracciato oggi occupato della seggiovia della Riva. L’Abetone era allora una delle poche località italiane dotate di impianti di risalita.  Non è un caso che questa sia la patria di Zeno Colò, Celina Seghi e Paride Milianti.

Numerosi ogni anno gli eventi agonistici, tra cui la Coppa Europa femminile, gare Fis e Master, e il il Pinocchio sugli sci, il “Mondiale” dei piccoli sciatori in programma nel mese di marzo.